Inquinanti alimentari tra le cause di infertilità maschile

Durante il Congresso Nazionale “Natura Ambiente Alimentazione Uomo” organizzato dalla Società Italiana di Andrologia (SIA) e tenutosi a Frascati (RM) il 25 e 26 ottobre 2019, è emerso un dato allarmante: gli inquinanti alimentari sono tra le cause di infertilità maschile, in quanto rappresentano veleno per la salute degli spermatozoi.

Il dato diventa ancor più preoccupante se si pensa che ogni anno ingeriamo almeno 250 grammi fra pesticidi e microplastiche, frammenti microscopici di plastica presenti soprattutto nelle bottiglie di plastica e nei molluschi.

Addirittura, uno Studio realizzato dall’Università australiana di Newcastel precisa che in media è come se ingerissimo una carta di credito a settimana.
Queste sostanze, oltre a nuocere alla salute in generale, possono essere anche tra le cause di infertilità maschile, generando un abbassamento considerevole nella motilità degli spermatozoi e nella loro capacità di fecondazione.

Inquinanti alimentari tra le cause di infertilità maschile: per quale motivo?

Per sdrammatizzare si potrebbe dire che avviene uno “scambio di persona”. Sì, perché sono sostanze nella maggior parte dei casi simili a quelle endogene, per struttura e comportamento, ma che hanno effetti tutt’altro che positivi sull’organismo, rientrando di diritto tra le cause dell’infertilità maschile.

Ad esempio, gli ftalati (composti chimici usati nell’industria delle materie plastiche) e i fitoestrogeni (sostanze di origine vegetale) si comportano come ormoni quali gli estrogeni e gli androgeni presenti nell’organismo, andando a influenzare in maniera importante gli equilibri ormonali; è quanto ha dichiarato Alessandro Palmieri, presidente SIA.

Molti pesticidi presenti nei cibi sono simili agli ormoni sessuali; questa “somiglianza” può trarre in inganno il metabolismo. Parliamo di sostanze contenute in molto pescato dei nostri mari, come tonno e sgombro.

banner-articoli-desktop
banner-articoli-mobile

Inquinanti alimentari tra le cause di infertilità maschile: come difendersi?

Le sostanze di cui abbiamo parlato sopra sicuramente sono una delle cause di infertilità maschile, in quanto sono molteplici le variabili che intervengono nel generare questo tipo di problema, sempre più frequente, negli uomini.

È anche vero, come direbbe qualcuno, che è “la somma che fa il totale”; infatti, sommando gli effetti di queste sostanze a quelli di altri elementi ambientali e dello stile di vita che minacciano la salute sessuale maschile, dal fumo alle malattie sessualmente trasmesse, si identifica buona parte delle cause di infertilità maschile.

Quindi, sicuramente è importante avere chiaro tutto quello che c’è da sapere sui problemi di infertilità, senza trascurare il fatto che la prevenzione – come sempre – avviene anche a tavola, in quanto alimentazione e fertilità sono un binomio importante.
Per questo motivo, ognuno di noi dovrebbe fare scelte consapevoli riguardo la propria alimentazione; per esempio preferendo cibi biologici o evitando sicuramente quelli conservati in contenitori plastici.

In conclusione, si può dire che in casi di difficoltà di concepimento, dovrebbe essere buona abitudine rivolgersi a un esperto in grado di consigliare uno stile di vita corretto e consapevole.

Post recenti
0
0
0
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca