L’attività fisica, se praticata con regolarità, è molto utile al benessere dell’organismo, quindi anche al corretto funzionamento del suo apparato riproduttivo.

Perché anche la fertilità va allenata; in maniera moderata, ma deve essere aiutata da comportamenti idonei.

Questa tesi è stata dimostrata anche da uno studio della Boston University, pubblicato a marzo 2012 su Fertility and Sterility, che ha evidenziato come una moderata e costante attività fisica incrementa le possibilità di concepimento.

Sono state considerate 3.628 donne danesi tra i 18 e i 40 anni, che tra il 2007 e il 2009 avevano pianificato una gravidanza, analizzandone abitudini alimentari, ma anche attività fisica praticata quotidianamente e peso.

Dai risultati è emerso che attività apparentemente banali, come passeggiare a lungo, andare in bicicletta o fare giardinaggio, hanno inciso positivamente sul concepimento.

In sintesi, fare sport favorisce la fertilità: 5 ore alla settimana ha incrementato di circa il 20% la probabilità di rimanere incinta.

 

Lo sport alleato della fertilità e della salute in generale

Anche il Ministero della Salute ci ricorda che lo sport è un prezioso alleato della fertilità e che, oltre all’apparato riproduttivo, fa bene a tutto l’organismo, in quanto:

  • Riduce l’incidenza di malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione arteriosa, alcune forme di tumore
  • Previene l’insorgere di osteoporosi
  • Regola il ritmo intestinale
  • Aumenta il dispendio energetico essenziale ai fini del controllo del peso corporeo
  • Aiuta la salute mentale
  • Riduce stress e ansia

 

banner-articoli-desktop
banner-articoli-mobile

Sì allo sport per aumentare la fertilità, ma attenzione a non esagerare

L’attività fisica troppo intensa può essere nociva per il concepimento, soprattutto quando è associata a un basso apporto calorico.

Infatti, lo sport contribuisce nell’aumentare la fertilità, ma attenzione a non portare l’organismo in deficit calorico.

In questo caso succede che l’ipotalamo, centro del controllo dell’attività ovarica, manda in riposo momentaneo l’intero sistema riproduttivo, bloccando il ciclo mestruale, per concentrare le poche risorse a disposizione su organi vitali, come cervello e cuore.

Questa condizione, chiamata amenorrea, fortunatamente può rientrare normalizzando il bilancio energetico: ridurre lo sport e aumentare l’apporto calorico.

Ancora meglio se questa pratica viene associata all’assunzione di integratori alimentari per la fertilità.

 

Sì allo sport per aumentare la fertilità, ma con buon senso

In conclusione: lo sport migliora la fertilità, se fatto con moderazione! Quindi, semaforo rosso per gli sforzi eccessivi, pesistica, attrezzi, aerobica ad alto impatto. Semaforo verde per passeggiate, ginnastica dolce, yoga e pilates, così come per la danza, purché non comprenda movimenti troppo vivaci.

Solo in questo modo sport e fertilità potranno percorrere un binario unico che potrà senz’altro favorire il raggiungimento della gravidanza.

Perché ci sono infinite possibilità di fare attività fisica; basta praticare quella più adatta alle proprie condizioni fisiche.

Post recenti
0
0
0
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca